Jolly Roger

Nel 2007 i teschi sono diventati fashion, e anche se possono sembrare inquietanti, a me personalmente sono sempre piaciuti, forse perchè si sposano bene con il ricordo (ma questo è un percorso tortuoso da non affrontare in questa sede :-D), o forse perchè sono tra i soggetti preferiti dei tatuatori, ed io adoro i tatuaggi.

Comunque, tornando a noi, anche gli stilisti sono stati attratti dai teschi (sempre nel 2007 vedi A. McQueen – il primo che mi viene in mente, oppure Audigier, che personalmente trovo molto gotico su alcune creazioni), come pure le super fashion victims ne sono affascinate.

Alexander McQueen mini clutch

Io al posto del solito teschio nel 2008 per il mio compleanno mi sono fatta fare Jolly Roger appositamente da un artigiano orafo di Valenza.


Il bello del mio Jolly Roger? E’ prezioso ma nessuno se lo può immaginare: sembra inquietante
ma in realtà non è vero: in alcune culture il teschio è considerato un simbolo della vita dopo la morte, insomma un punto di svolta, una nuova partenza.

L’unica cosa che invece qui stenta a partire è la primavera, almeno quest’anno: non è possibile non poter usare il trench perchè fa un freddo becco e serve ancora il piumino… questa cosa ci rattrista.