Private Blend

Vorrei parlare di Private Blend, una serie di fragranze con le quali Tom Ford è approdato in maniera più che egregia al mondo dei profumi (ma non avevamo dubbi che potesse essere altrimenti, quell’uomo sa il fatto suo ed è un genio).

In realtà l’ultima frangranza nata in casa Ford è Grey Vetiver che è un concentrato di pura virilità, ma l’idea che mi ha colpito di più (chissà poi perchè) è quella di Private Blend, che nasce nel 2007.

Private Blend è il concetto che comprende una serie di fragranze (in origine 12 declinazioni, adesso sono arrivate a 16) con nomi molto esotici; solo per citarne alcuni abbiamo Arabian Wood, Neroli Portofino, Japon Noir: le boccette che racchiudono le preziose essenze hanno una forma molto asciutta e lineare, e ricordano sia nella foggia che nel colore le boccette antiche che usavano i farmacisti per conservare i loro liquidi.

Ho scoperto queste fragranze qualche sera prima di Natale, in un momento di caccia al regalo alla Rinascente nel periodo pre-natalizio: tutta la serie di boccette di profumi era schierata lì, nel corner Tom Ford, ed era così simmetrica, così precisa… semplicemente perfetta: la cosa più perfetta in mezzo agli scaffali ordinati ed al marasma di gente nel magazzino ed è stata la folgorazione, amore a prima vista.

Inutile dire che ho provato tutte le fragranze ed ho sposato Noir du Noir; non so se è stato un caso, ma la sensazione è stata esattamente come quando uno si prova un paio di jeans (che sono il capo di abbigliamento più difficile da indossare – scommetto che a questo non ci avete mai pensato) e se li ritrova calzati a pennello addosso.

Il link per vedere Private Blend è questo:

http://www.tomford.com/#/it/bellezza/privateblend

Se volete provare invece un’esperienza fantastica, potete viverla alla Rinascente, corner Tom Ford (dove – e quando cce ‘vo cce ‘vo – il commesso è fantastico – in tutti i sensi) oppure presso la boutique Tom Ford in via Pietro Verri.